Università all’estero: le 4 domande più frequenti fatte dagli studenti prima di applicare

Soprattutto negli ultimi anni il tasso di giovani diplomati italiani alle prese con un’Application per un’Università all’estero è esponenzialmente aumentato. Moltissime le motivazioni, tra cui spiccano: la voglia di dare una marcia in più al proprio percorso professionale, l’interesse a diventare bilingui e il desiderio di frequentare atenei di prestigio internazionale.

 

università all'estero

Tuttavia, per quanto sia entusiasmante immaginare un futuro universitario oltreconfine, è bene dire che le procedure per il proseguimento di un percorso formativo all’estero non sono snelle, né immediate. Spesso non si sa da dove partire e si perde molto tempo per capire come presentare la propria domanda di ammissione.

Se anche tu sei prossimo al diploma e desideri fare l’Università all’estero, ma sino a questo momento hai trovato solo informazioni confuse o difficili da decifrare, presta attenzione: ti aiuteremo a capire che strada perseguire. Il primo passo da compiere se si vuole frequentare l’Università all’Estero, è quello di reperire informazioni utili.

Come frequentare l’ Università all’estero in un Paese dell’Unione Europea. Le domande più frequenti:


1. Università all’estero: posso iscrivermi? Diritti e condizioni di ingresso

La prima cosa che dovrai tenere a mente, prima ancora di iscriverti ad un’Università estera, è questa: essendo tu un cittadino dell’Unione Europea, hai il diritto di proseguire il tuo percorso formativo all’estero alle stesse condizioni degli studenti del Paese ospitante. Questo significa che:

  •     Pagherai le stesse tasse degli studenti residenti nel Paese in cui andrai a studiare;
  •     Avrai diritto alle borse di studio, esattamente come gli studenti del luogo.

2.   Come faccio a scegliere l’Università giusta? La questione del ranking

In secondo luogo è importante capire cosa vuoi studiare e dove puoi farlo nel migliore dei modi. Muoviti per tempo: non aspettare la fine del quinto liceo ma inizia a pensarci già alla fine del terzo anno. Rifletti e, per quanto complesso sia, prova a chiederti cosa davvero ti piace fare, quali sono le materie in cui eccelli, che più ti entusiasmano e che vuoi continuare ad approfondire. Una volta che avrai capito l’indirizzo di studi, cerca le università europee in cui potrai formarti al meglio e, se ancora non possiedi tutti i requisiti di accesso, organizzati per colmare il tuo “gap” prima che il termine della domanda di iscrizione sia scaduto. Per orientarti nel mare magnum delle Università europee e scegliere quella più adatta a te, cerca le classifiche universitarie che nascono con l’obiettivo di fornire questi primi dati utili agli studenti. Tra i ranking più attendibili, ti consigliamo

  1. Quanto costa fare l’ Università all’Estero? Tasse e Borse di studio

Le tasse universitarie variano molto tra i vari paesi dell’Unione Europea. Persino all’interno di uno stesso Stato possono esserci sbalzi sensibili e piuttosto onerosi. Purtroppo non ci sono termini minimi o massimi entro cui è possibile fare una stima ma è a discrezione dell’Università estera la scelta della somma che lo studente dovrà versare per accedere ad un determinato corso di studi. Tuttavia è importante ribadire che gli studenti dell’Unione Europea possono usufruire delle stesse agevolazioni degli studenti del luogo, in termini di sovvenzioni e borse di studio, reperibili su:

  • portali specifici, che ti consentono di trovare e confrontare varie soluzioni nei paesi dell’Unione Europea;
  • il contatto diretto con il Ministero della Pubblica Istruzione italiano;

4. Come faccio a proseguire gli studi all’estero se ho già conseguito la laurea triennale in Italia?

se hai già conseguito una Laurea Triennale in Italia e desideri proseguire i tuoi studi all’estero, devi innanzitutto verificare se per accedere  al corso che intendi frequentare sia necessario ottenere l’equipollenza del titolo.

Ma, prima di tutto, è importante che tu abbia le idee chiare sulla struttura del sistema universitario.

In Italia, infatti, siamo abituati a suddividere principalmente questo percorso formativo in due momenti

della durata complessiva di 5 anni:

  • La laurea triennale > 3 anni
  • La laurea magistrale > 2 anni

All’estero, invece, il percorso della stessa durata è suddiviso in:

  • Bachelor/Undergraduate
  • Master

Il Bachelor’s Degree ha una durata di 3 o 4 anni e ti consente di accedere al Master Degree che, diversamente da un Master italiano comunemente inteso come un approfondimento successivo al percorso universitario, è parte integrante di un programma formativo estero completo.

E tu, hai già pensato quale Università all’estero frequentare? Hai trovato le risposte che cercavi o vorresti approfondire alcuni aspetti?

 

 

, , , ,